Senza categoria

Milano, perizia psichiatrica al tunisino che ha accoltellato 2 militari e un agente: un altro depresso?


Ancora una volta si cerca di trasformare un terrorista islamico in depresso o psicotico. L’accoltellatore italo-tunisino che accoltellò due militari e un agente Polfer nella stazione di Milano, potrà cavarsela grazie ad una perizia psichiatrica. Secondo il Gup è necessario accertarsi se il 20enne era capace di intendere e di volere durante l’assalto. Quando ha acquistato i coltelli lo era di sicuro.

(ANSA) – MILANO, 13 SET – Una perizia psichiatrica dovrà accertare se Ismail Tommaso Hosni, il 20enne italo tunisino arrestato per avere aggredito con due coltelli due militari e un agente della Polfer alla stazione Centrale di Milano, lo scorso 18 maggio, era capace di intendere e di volere. Lo ha deciso il gup Roberta Nunnari nel processo abbreviato per tentato omicidio, lesioni e resistenza, che ha accolto la richiesta del legale Giusy Regina, più volte respinta in indagini. Hosni è anche indagato per terrorismo internazionale in un altro filone.

Con fonte Ansa

redazione riscatto nazionale.net



fontequi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *